Sito Ufficiale x1/9
  Articoli     
 

I preferiti

Top - Siti web

Eventi
<
Ottobre
>
L M M G V S D
-- -- -- 01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 --

Questa settimana

 
CONSIGLI PER UN BUON MANTENIMENTO
Inserito il 13 giugno 2011 alle 14:41:49 da GIUSEPPE FURNARI.

Giuseppe Furnari

STACCARE LA BATTERIA per evitare che orologi e chiusure centralizzate, la scarichino e la danneggino;
- SOLLEVARE LA VETTURA SU CAVALLETTI,per evitare che le gomme si ovalizzino; ricordatevi che le gomme, stando ferme,si induriscono e quindi in alcuni casi la tela all’interno si strappa ovalizzando le gomme.
- CONSERVARE L’AUTO IN LUOGO ASCIUTTO e possibilmente ASCIUTTA!
- NON LASCIATE IL FRENO A MANO INSERITO, perché al rilascio potreste rovinare le pasticche posteriori.

2) Una volta riattivata la vettura,bisogna:

- CAMBIARE L’OLIO E IL FILTRO OLIO, soprattutto se l’auto è rimasta ferma più di un anno o comunque percorsi 10000 km.
La FIAT consiglia: VS benzina o VS Dual.

- SOSTITUIRE IL FILTRO DELL’ARIA ogni 10000 km;
- CAMBIATE IL LIQUIDO REFRIGERANTE ogni 2 anni, utilizzando il liquido consigliato dalla FIAT: PARAFLU’ 11. Diluite con l’acqua, seguendo la tabella di gradazione posta dietro la lattina.
Attenzione: non miscelate PARAFLU’11 con PARAFLU’UP (liquido rosso). La miscela dei due componenti provoca una reazione chimica che fa diventare il liquido come l’olio, provocando danni al sistema di refrigerazione. Se si desidera utilizzare il PARAFLU’ UP bisogna svuotare il circuito e far girare all’interno acqua per un paio di km . A questo punto, rivuotate il circuito e introducete il PARAFLU’UP.

3) CONTROLLATE periodicamente, a meno che non sia stata ferma (in tal caso controllare non appena si riprende l’auto dopo una lunga sosta):
l’IMPIANTO FRENANTE,
- USURA PATTINI FRENI-DISCHI – TUBI FRENI- GUAINE FRENO A MANO –GOMMINE PINZE- POMPA FRENO E FRIZIONE.
- SOSTITUIRE L’OLIO DEI FRENI E DELLA POMPA DELLA FRIZIONE, ogni 2 anni utilizzando un olio DOT 3, consigliato dalla FIAT, anche se l’evoluzione ha portato al DOT4, che in caso di surriscaldamento dei freni, ha un migliore risultato.

4) CONTROLLATE LE PUNTE PLATINATE, IL CONDENSATORE E LE CANDELE ogni 15/20000 km e tenetene un paio di scorta nella vettura, perché, come tutte le altre auto d’epoca sono soggette a rottura.

5) SOSTITUITE LA CINGHIA DENTATA E RELATIVO CUSCINETTO ogni 60000 km o 5 anni.
La rottura di tale cinghia piega le valvole, causando notevoli danni al motore.
- CONTROLLATE LA CINGHIA ALTERNATORE ogni 15000 km. La rottura di tale cinghia, non permettendo alla pompa dell’acqua di girare, causa il surriscaldamento del motore. Inoltre, causa lo scaricamenti della batteria, in quanto impedisce all’alternatore di girare.

6) CONTROLLATE PERIODICAMENTE L’IMPIANTO SILENZIATORE, che si deteriora se l’auto sta ferma troppo a lungo, in quanto la condensa, depositandosi all’interno della marmitta, la corrode.

7) SOSTITUITE ogni 50000 km o 5 anni l’OLIO DEL CAMBIO. FIAT consiglia TUTELA 90.
E’ adattabile anche TUTELA ZC 75, ma se il cambio presenta rumori e impuntature delle marce, passate al TUTELA 90. In quel caso, i componenti del cambio potrebbero essere usurati. Inoltre ricordatevi che se viene a mancare l’olio dentro il cambio, sicuramente c’è una perdita, in quanto l’olio del cambio non si consuma.


8) TUBI BENZINA: cambiate i tubi della benzina in tela con tubi con tela interna (questa operazione vi aiuterà a vedere eventuali perdite).
Montate all’uscita della pompa della benzina un FILTRO BENZINA, questo vi aiuterà a non far giungere i residui del serbatoio al carburatore.
Portate con voi, se vi è possibile, una pompa benzina, (o pompetta C) perché anch’essa è soggetta a rottura. In caso di rottura, la pompa non tirerà più carburante.
Se avete la pompa, cambiatela, altrimenti, appoggiate un panno imbevuto d’acqua sulla stessa e al 90% dei casi essa funzionerà per un po’.

9) CONTROLLATE periodicamente MANICOTTI , RADIATORE E FASCETTE.
Le fascette originali, il più delle volte, lasciano un evidente segno sui manicotti, portando alla perdita del liquido. Se potete, sostituiteli con fascette a vite di nuova generazione.
Evitate (se non in casi estremi) di utilizzare il Turafalle, difatti esso può portare all’otturazione del radiatore, impedendo la circolazione del liquido.
Controllate il buon funzionamento della VENTOLA, che si dovrebbe attaccare automaticamente intorno ai 90°C .
Considerato che la X1/9 monta il motore posteriore e il radiatore anteriore, durante lunghe code si può verificare un lieve innalzamento della temperatura dell’acqua.
Per evitare ciò, fate montare un INTERRUTTORE DI ATTACCO VENTOLA MANUALE, all’interno dell’abitacolo.

10) Cambiate le SPAZZOLE TERGICRISTALLO ad ogni inverno (se non trovate quelle originali X 1/9, adattate quelle della FIAT PANDA vecchio modello).
Riempite la vaschetta Tergicristallo con acqua distillata e un po’ di soluzione TUTELA SC35; Questa miscela vi aiuterà a non formare calcare negli ugelli dell’acqua dei tergicristalli.

La X 1/9 e un auto capace di trasmettere forti emozioni; tra il rombo del motore dietro la schiena, il vento in faccia, e la trazione posteriore, vi sentirete un tutt’uno con essa. Quindi allacciate le cinture e BUN DIVERTIMENTO!!!!!

Ciao da Giuseppe Furnari




P.S. Per ulteriori informazioni sull’ X 1/9 contattatemi al numero 3381615602 ore serali, oppure su falconevacanze@jumpy.it

 
Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:


Visitatori
Visitatori Correnti : 2
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Iscritti
 Utenti: 934
Ultimo iscritto : raffaele
Lista iscritti

 
 Copyright © Club Nazionale X1/9 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,2265625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile