Sito Ufficiale x1/9
  Notizie     
 

I preferiti

Top - Siti web

Eventi
<
Febbraio
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 --

Questa settimana

 
1978 - LANCIA "SIBILO" BERTONE - " EQUILIBRIO E ARMONIA”
Inserito il 19 aprile 2013 alle 18:38:00 da ottavio. IT - LE AUTO DI NUCCIO

Era il 1978 quando venne presentata al salone di Torino la “Sibilo”, il prototipo su base della Lancia “Stratos”.
Solo chi osa può dare novità e proporre innovazione.
La “Sibilo” disegnata da Marcello Gandini mostra nella sua essenza una linea a cuneo estrema sotto ogni punto di vista, e nella sua esasperazione trova equilibrio e armonia.
A guardarla non si riesce a intuire, se non da occhio attento, dove inizia e finisce la lamiera o dove inizia e finisce il cristallo.
Infatti con un procedimento già sperimentato sulla “Carabo” Alfa Romeo del 1968 dove il cristallo del parabrezza presenta una colorazione bronzea,...

...sulla “Sibilo” è stata uniformata uniformato la colorazione della carrozzeria e della parte vetrata rendendo il tutto come fosse un monolite.
Lamiere e cristalli sembrano fusi.
La linea che separa il vetro dalla lamiera non è netta, ma viene abilmente camuffata dalla colorazione, marrone, in unica tinta sia della lamiera sia del cristallo.
I vetri laterali sono fusi con la carrozzeria e non possono essere discendenti, ma esiste solo un’apertura circolare simile ad un oblò, che si apre a scorrimento orizzontale, anche il tergicristallo si muove in orizontale lungo la base del parabrezza.
La vettura dalle linee ardite mostra carattere e personalità, assomiglia ad un disco volante più che ad un’automobile, infatti gli interni ricordano il posto di guida di un’astronave, la seduta avviene in una sorta di pozzetto imbottito ricavato sul pavimento, mentre schienali e poggiatesta sono dei cuscini solidali con la paratia parafiamma.
La “Sibilo” è montata sul telaio della Stratos allungato di 10cm. Da essa ha ereditato le sospensioni a ruote indipendenti sia davanti che dietro, e la meccanica della Dino da 190Cv, con il motore montato trasversalmente, per accedervi si deve rimuovere l’intera semiscocca posteriore.
I fari anteriori sono a scomparsa, mentre nel posteriore i fanali, squadrati, sono messi in bella mostra in alto, fra i due fanali, nella parte centrale è inserito il nome con la grafia che richiama i cristalli liquidi.
Sul finire degli anni settanta si percepiva già nell’aria “l’odore” che qualcosa da lì a poco avrebbe cambiato la nostra vita quotidiana e che un nuovo strumento, anche di lavoro si sarebbe aggiunto ai nostri “elettrodomestici…” il computer.
Già nel quotidiano trovano posto la musica tecno/elettronica, gli effetti speciali nei film, insomma un’altra forma di rivoluzione era in atto, quella del microchip, e la “Sibilo” si fa premonitrice di diverse soluzioni che vanno in quella direzione, infatti negli interni si nota subito che di analogico non esiste nulla, nessuno strumento con la lancetta, bensì una strumentazione dove velocità, numero di giri motore e temperatura, vengono lette in display, raccolti in due alloggiamenti lunghi e sottili ricavati nella parte superiore della plancia.
Altra soluzione inedita è il volante, esso è in blocco pieno, studiato partendo dal calco dell’impugnatura di una mano, per dare la sensazione uniforme del contatto.
Dopo la presentazione al Salone di Torino, la “Sibilo” venne inclusa nella collezione Bertone e lo è stata fino a pochi anni fa; a maggio del 2010 è stata portata a Villa d’Este, insieme ad altri cinque pregiati pezzi della Carrozzeria torinese, quindi venduta all’asta.
Oggi fa parte di una collezione di pezzi unici di un noto collezionista italiano, che la custodisce gelosamente.

Letto : 3512 | Torna indietro

 
Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:


Visitatori
Visitatori Correnti : 9
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Iscritti
 Utenti: 935
Ultimo iscritto : raffaele
Lista iscritti

 
 Copyright © Club Nazionale X1/9 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,15625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile