Sito Ufficiale x1/9
  Notizie     
 

I preferiti

Top - Siti web

Eventi
<
Maggio
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 -- --

Questa settimana

 
1986 CITROEN ZABRUS - LA CITROEN DI BERTONE
Inserito il 13 ottobre 2017 alle 09:34:00 da ottavio. IT - LE AUTO DI NUCCIO

Nasce da uno studio appropriato che ha voluto fare la Bertone per la Citroen rompendo e senza indugi con i modelli precedenti che in quel periodo erano la CX e prima ancora la DS, per le ammiraglie e GS per le medie, riproponendo in chiave moderna i temi principali.
Il percorso si presentò difficile e comunque nel 1986 la Bertone presentò la Zabrus al salone di Torino. Il nome viene preso da un caratteristico coleottero chiamato Zabre, il disegno fu realizzato da Marc Deschamps...

... e fu costruito sul telaio della BX 4TC auto da rally, prodotta in 200 esemplari per il gruppo B, una vettura estrema dotata di motore turbo a trazione integrale.
Il tema rimane quello di sempre un coupé sportiva a quattro comodi posti.
Il prototipo è caratterizzato da alcuni elementi conosciuti in casa Bertone, quali le porte incernierati davanti con apertura verso l’alto, come la Carabo del ’68 e successivamente dalla Lamborghini Countach.
Le altre caratteristiche, uniche per il periodo, sono il gruppo gli strumenti del cruscotto che si presentano in una connotazione futuribile comprendendo un monitor multifunzionale in LCD e la cintura di sicurezza chiamata “volante” per la caratteristica che può essere allacciata in entrambe le direzioni ed è presente la spia specifica nel cruscotto. Gli interni sono realizzati in pelle ispirati agli arredi “dell’arte decorativa” in pelle di canguro. L’ergonomia viene ben studiata tanto da presentare sedili rotanti anteriori per permettere agli occupanti i posti posteriori agevolata salita. Anche al guidatore viene permesso agevolata salita e senza distorsioni. Il sedile inoltre si regola automaticamente attraverso dei raggi infrarossi che leggono la statura del guidatore e permettere a quest’ultimo un campo visivo ottimale. Il cruscotto è stato suddiviso in tre aree ben distinte per dare al conducente la possibilità di non distogliere lo sguardo dalla strada adattando la lunghezza focale del campo visivo. Le informazioni di velocità, consumo e autonomia sono difronte al conducente, al centro le informazioni di meccanica e difronte al passeggero le funzioni viaggio, media e curiosità varie. La consolle è dotata di una cassetta radio e compact disc, mentre sui sedili posteriori esiste il telefono.
Il muso dell’auto si presenta piatto ed è coadiuvata da scalfature che fanno presagire buona penetrazione aerodinamica e robustezza. Un altro elemento distintivo è lo specchio di poppa che si presenta da Giardinetta o alla francese Break.
La colorazione risulta accattivante e il contrasto derivato soprattutto del nero fa risaltare il tetto nella parte posteriore. Le dimensioni sono contenute 4.30cm di lunghezza, 1.88cm di larghezza e 1.37cm di altezza le prestazioni si presumono interessanti visto la cavalleria che di 200CV. La Zabrus è dotata di sospensioni idropneumatica.

Attualmente il modello fa parte della “Collezione Bertone” appartenente all’ASI.

Letto : 447 | Torna indietro

 
Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:


Visitatori
Visitatori Correnti : 30
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Iscritti
 Utenti: 935
Ultimo iscritto : raffaele
Lista iscritti

 
 Copyright © Club Nazionale X1/9 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 28,96582secondi.
Versione stampabile Versione stampabile